2nd We Start Challenge – Final Meetup: ecco i vincitori della competition

l percorso del Secondo We Start Challenge si è chiuso, oggi, con un Final Meetup partecipato, denso di stimoli e di emozioni, con lo stesso spirito con cui era partito, quel 18 febbraio nell’Aula magna dell’IOS Developer Academy. Le 6 startup finaliste del percorso hanno esposto il loro pitch nella Room A del Centro Congressi Federico II di Napoli. I team hanno mostrato anche l’evoluzione, la crescita registrata negli ultimi 3 mesi. Le loro idee d’impresa, intervallate dagli interventi di relatori di eccezione, hanno accompagnato gli intervenuti durante il percorso verso il momento finale, il più atteso: l’assegnazione dei premi, l’annuncio del team vincitore della competition.

​A guidarci nel percorso di questo Final Meetup, Antonio Ricciardi, co-fondatore di We Start, vicepresidente dell’associazione Impact, e Ylenia Gramegna referente del Rotaract Zona Partenopea per la seconda edizione del Challenge.

Si parte con i ringraziamenti di rito di Alessio Formicola, presidente del Rotaract Napoli Sud Ovest, a tutti i partner e i sostenitori che hanno reso possibile l’evento. Tra loro, il Rotary Napoli Sud Ovest, rappresentato oggi dal presidente Giovanni Esposito, che ha ricordato la storia di Paul Harris, fondatore del club e di come fin dalle origini abbia impresso un’anima fortemente sociale al progetto.

È stato poi il turno di Mariangela Contursi, direttore generale di Campania NewSteel, primo incubatore certificato d’Italia, che ha sede nel polo museale di Città della Scienza. Contursi ha annunciato un’interessante novità: la creazione di due percorsi di accelerazione, il primo dedicato ai dottorandi della Scuola Politecnica della Federico II, la seconda per tutti coloro che hanno idee nell’ambito dell’Industry 4.0.

Gramegna ha poi ricordato il percorso di We Start dal 18 febbraio a oggi: 8 team finalisti (poi passati a sei), sono stati seguiti da 32 tutor che hanno apportato esperienza e professionalità al percorso. In tutto, ricorda, sono stati più di 50 i professionisti coinvolti, per più di 100 ore di tutoring (completamente gratuite per i partecipanti).

In questi 3 mesi di percorso, abbiamo conosciuto da vicino le idee, la passione e i team delle startup finaliste. Istruiti da tutor e formatori su come confezionare un pitch a regola d’arte, si sono alternati sul palco per raccontare la loro idea d’impresa, il percorso compiuto finora, le prospettive future e il loro potenziale posizionamento sul mercato.

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*