A Napoli l’acceleratore per startup Social Impact e i 6 progetti della Challenge. “We Start, un percorso di accompagnamento per startup che è nato a Napoli su iniziativa di Antonio Ricciardi, 31 anni, Alessio Formicola, 30 anni, due membri del gruppo. «Perché non aiutare chi, come noi, nel proprio percorso post-universitario ha trovato difficoltà a emergere? Perché non offrire un’opportunità nuova, unica senza alcuna pretesa economica?» hanno detto a StartupItalia!. Anche loro da studenti hanno vissuto la difficoltà di collocarsi nel lavoro e appena è nata l’opportunità giusta hanno lanciato un progetto che ha un focus specifico sulle imprese che operano nell’ambito del Social Impact, che sono cioè in grado di apportare un beneficio sociale collettivo al territorio in cui operano…

Link

Napoli – Social Impact, startup a impatto sociale. A metà strada tra profit e no profit, nascono iniziative imprenditoriali, che sviluppano soluzioni innovative, riuscendo a coniugare il profitto economico con una mission sociale. Con progetti di sostenibilità ambientale, favoriscono tutta la comunità e i territori in cui operano. Startup che fioriscono anche in Campania, a Napoli, territorio che più che mai ha bisogno di stimoli e risorse umane importanti.
È su queste idee che punta We Start Challenge, la più grande competizione della regione Campania dedicata al Social Impact, nata dalla collaborazione del Rotaract Zona Partenopea e dell’associazione Impact. L’iniziativa, rivolta a giovani aspiranti imprenditori under 35, ha offerto a 6 startup selezionate un percorso di incubazione, mentoring e formazione della durata di tre mesi”…

Link

“Sabato ricco di stimoli a Napoli, presso la iOS Developer Academy, dove si è tenuta la seconda edizione di We Start Challenge, la più importante competizione per startup ad impatto sociale della Regione Campania.
​Anche noi di SeedUp eravamo tra il pubblico ad assistere all’evento che ha visto imprenditori ed esperti del settore intervenire per illustrare lo stato dell’ecosistema italiano delle startup e selezionare, tra le 12 startup che hanno presentato i propri progetti innovativi per lo sviluppo economico del territorio, le 8 destinate a entrare nel percorso di incubazione… Al di là del risultato della giornata, non possiamo che fare i migliori “in bocca al lupo” a tutti i partecipanti, per tutti coloro che non sono potuti essere presenti rinnoviamo l’invito a partecipare per quanto possibile a questa e ad altre manifestazioni simili.
Questo perché solo confrontandosi con altri startupper, docenti, imprenditori e manager un giovane che aspira ad avviare la propria startup può imparare a mettere a fuoco quello che all’inizio possono sembrare dettagli (la comunicazione, la stima di costi e ricavi, la verifica dell’esistenza o meno di concorrenti attuali o potenziali etc), ma che spesso fanno la differenza tra una “bella idea” e una startup a cui viene concesso di provare ad entrare nel suo mercato e validare il suo modello di business.”

Link

“Nella cornice del nuovo polo federiciano di San Giovanni a Teduccio, i dodici team preselezionati per la Pitching session hanno raccontato le loro idee ad un’audience di circa di 200 persone. Una giuria di esperti, composta da docenti universitari, imprenditori e manager, ha selezionato i migliori otto team, scelti sulla base del livello di innovatività, fattibilità tecnica, potenziale impatto sociale delle idee,  che si sono aggiudicati la possibilità di proseguire il percorso di formazione imprenditoriale che li accompagnerà nello sviluppo dell’idea di business. I team si incontreranno nuovamente al termine del percorso, quando le migliori startup potranno essere selezionate per accedere ad un portfolio di opportunità, tra cui l’accesso all’incubatore di Città della Scienza, all’Academy di 012 Factory, lo screening del fondo di Venture Capital R204 ed i servizi innovativi di TIM Open.”

Link

“Startup e social impact: a Napoli al via We Start Challenge. Da Napoli continua il percorso dedicato alle startup ad impatto sociale con We Start, promosso da Impact e Rotaract Zona Partenopea.”

Link

“We Start, promosso da Impact e Rotaract Zona Partenopea, ha dato il via il 18 febbraio 2017 alla seconda edizione di “We Start Challenge”, la più grande competizione per startup ad impatto sociale della Regione Campania… La giornata è proseguita con un pomeriggio di formazione durante il quale le startup hanno avuto l’occasione di riflettere sul proprio pitch con il Lean Startup Evangelist Antonio Russolillo, approfondire lo stato del Social Impact in Italia e conoscere i rispettivi tutor. L’iniziativa, che ha fornito un ulteriore focus di approfondimento e riflessione sul mondo delle startup, ha visto la partecipazione dell’Ordine degli Ingegneri di Napoli, Presidente Ing. L. Vinci, dell’Ordine degli Avvocati di Napoli, Consigliere Avv. G. Mallardo, dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Napoli, Presidente Dott. V. Moretta e Consigliere Dott.ssa C. Padula e dell’UGDCEC, Dott. P. Di Micco, ed ha anche il patrocinio dell’Ordine degli Architetti di Napoli e Provincia. Le startup e i professionisti sono già al lavoro per costruire modelli di business vincenti ed ad alto impatto sociale ed ambientale ed il team di We Start vi dà appuntamento a Maggio per l’evento conclusivo in cui i team vi mostreranno i loro sviluppi e sarà decretato il vincitore dell’iniziativa.”

Link

Nella cornice napoletana dell’iOS Developer Academy di San Giovanni a Teduccio, i dodici team preselezionati per la Pitching session hanno raccontato le loro idee ad una audience di più di 250 persone. Una giuria di esperti composta da docenti universitari, imprenditori e manager ha selezionato i migliori otto team che si sono aggiudicati la possibilità di proseguire con un percorso di Learning che li accompagnerà nello sviluppo dell’idea imprenditoriale. I team si incontreranno nuovamente al termine del percorso, quando le migliori startup potranno essere selezionate per accedere ad un ricco portfolio di opportunità, tra cui l’accesso all’incubatore di Città della Scienza, all’Academy di 012 Factory, lo screening del fondo di Venture Capital R204 ed i servizi innovativi di TIM Open, oltre che la possibilità di essere supportati nel reperimento di fondi pubblici con il contributo di Startup Europa.
Durante il percorso che avrà una durata totale di tre mesi, i team saranno seguiti da tutor dedicati, tra cui professionisti del Gruppo Giovani Imprenditori Napoli, oltre che da un pool di esperti in tematiche Digital, Business Development, Marketing & Communication e Tax & Legal Services.
Nel corso della giornata inaugurale non sono mancati interventi di profilo nazionale ed internazionale sul mondo startup, con la partecipazione di Giorgio Ventre, Direttore iOS Developer Academy, Roberto Prioreschi, Partner Bain & Company e Founder di R204 Partners, Pietro Nardi, Founder di 012 Factory, Alessandra Clemente, Assessore ai Giovani e all’Innovazione del Comune di Napoli, e Mariangela Contursi, Direttrice dell’incubatore Campania New Steel.La giornata è proseguita con un pomeriggio di formazione durante il quale le startup hanno avuto l’occasione di riflettere sul proprio pitch con il Lean Startup Evangelist Antonio Russolillo, approfondire lo stato del Social Impact in Italia e conoscere i rispettivi tutor.

Link

TIM alla seconda We Start Challenge di Napoli.
“Sabato 18 Febbraio la IOS Developer Academy di Napoli apre le porte per la prima giornata della seconda edizione di We Start Challenge, la più grande competizione per Startup ad impatto Sociale della Regione Campania. We Start, Think Tank in collaborazione tra le associazioni Impact e Rotaract Zona Partenopea, ha come obiettivo la creazione di un ecosistema finalizzato a diffondere le best practices e lo stato dell’arte sul “Social Impact” e contribuire attivamente alla formazione di imprenditori che sappiano modellare la propria impresa al servizio della collettività. Come? Fornendo ai giovani il know- how e gli strumenti pratici per la creazione e sviluppo di Progetti e Start-up con una forte connotazione di impatto sociale…Sabato mattina, dalle 10 alle 13 Imprenditori ed esperti del settore interverranno dando il via alla sfida: le 12 Startup selezionate presenteranno i loro progetti innovativi per lo sviluppo economico del territorio,  e una giuria di esperti (tra cui un membro TIM) selezionerà le 8 che entreranno nel percorso di incubazione. Eccezionale opportunità per i team e per tutta la regione di contribuire allo sviluppo dell’ecosistema #Impact Campano.
Oltre a 2 Mesi di Incubazione presso “Città Della Scienza”, all’ accesso al percorso “012 Factory Academy” e al supporto per la partecipazione a numerosi bandi, TIM offre l’opportunità alla startup che verrà scelta di accedere alla community di TIM OPEN e di usufruire dei servizi innovativi IT di TIM per la durata di un anno.”

Link

“L’Ordine, unitamente alla Regione Campania ed a Unione Industriali Napoli, ha concesso il patrocinio morale alla II Edizione della competizione per Startup “We Start Challenge”, promossa da Impact e Rotaract Club della zona partenopea..”.

Link

“All’evento di chiusura, a cui hanno preso parte testimonial del mondo imprenditoriale, dei venture capitalist, dell’accellerazione di impresa, dell’università…
…La partecipazione al contest, diventa così un ottimo modo per creare ecosistema e sviluppare best practice di social innovation sul territorio.”

Link

“il progetto We Start Challenge, percorso formativo all’imprenditorialità di circa 50 giovani tra studenti e neolaureati under 30 degli atenei di Napoli, divisi in 13 team, per lo sviluppo di idee ad impatto sociale…. i partecipanti hanno avuto l’opportunità di esporre il proprio progetto davanti ad una commissione competente che dopo un’attenta valutazione ha selezionato 4 tra le idee in gara.”

Link

“We Start è un’iniziativa promossa dal Rotaract Napoli Sud Ovest e dall’associazione ItaliaCamp per fornire ai giovani il “know- how e gli strumenti pratici per la creazione e sviluppo di Progetti e Start-up con una forte connotazione di impatto sociale…
Sembra, pertanto, che i giovani abbiano preso atto della crisi del mercato del lavoro e abbiano quindi iniziato a sperimentare la voglia di “mettersi in proprio” e si stiano confrontando con il mercato del lavoro (ed in particolare con la disoccupazione) in termini di auto impiego ed autoimprenditorialità, ovvero, basandosi sulle proprie capacità…”

Link

“Il tema sul quale l’Associazione punta per i prossimi anni di attività è quello dell’educazione, nella logica di mettere a servizio degli altri le esperienze e le competenze dei propri soci con una particolare attenzione ai temi che coinvolgono le giovani generazioni.”

Link

“We Start Challenge, che si prefigge come obiettivo quello di: dare un’opportunità agli studenti universitari che mirano alla competizione tra idee per il cambiamento sul piano sociale e culturale; creare ecosistema e sviluppare best practice di social innovation sul territorio; mirare alla qualità della vita per nutrire il tessuto imprenditoriale giovanile e dare un futuro sostenibile alla comunità.”

Link

“We Start è una notevole iniziativa che arriva alla sua II° edizione.
We Start Challenge ti propone di cominciare a costruire il tuo cambiamento personale e professionale attraverso la ricerca di un cambiamento sociale.
L’obiettivo dell’iniziativa è quello di dare spazio e visibilità non solo ad idee innovative, ma ad idee che nella loro innovazione producano un impatto concreto sulle comunità di riferimento da un punto di vista economico-ambientale e sociale.”

Link

“Appuntamento finale di We Start Challenge che vedrà coinvolti i WeStart team giunti alla fine di un lungo percorso per premiare le idee più innovative. A valle di un intenso percorso durato 9 mesi, la prima edizione di #WeStartChallenge si concluderà con l’evento finale.. i WeStart team finalisti che per 2 mesi hanno svolto la propria campagna di crowdfunding per la loro idea imprenditoriale sulla piattaforma Ulule.

L’evento vedrà la partecipazione di esperti di social innovation e imprenditoria giovanile e inoltre saranno presentati i risultati delle campagne di crowfunding dei team. .”

Link

“Obiettivo di We Start è sensibilizzare e formare nuovi Imprenditori Sociali quindi, pronti a cambiare le regole ed innovare secondo principi di sostenibilità e valorizzazione della collettività; promuovere concretamente l’innovazione e il cambiamento sul piano sociale, delle pratiche sociali e culturali, della qualità della vita; creare valore condiviso grazie alla diffusione di pratiche che  favoriscano la competitività e allo stesso tempo la sostenibilità nelle comunità locali e contribuire allo sviluppo di nuove risposte ai bisogni sociali in un’ottica di sostenibilità di lungo periodo, anche attraverso iniziative culturali che consentano l’attivazione di processi di mutamento sociale a favore di categorie svantaggiate.”

Link

 “La sfida di WeStart che prosegue, nel percorso tracciato a Novembre, con un secondo appuntamento è quella di creare un ecosistema e sviluppare best practice di social innovation sul territorio.
Al centro dell’evento i WeStart team che da 4 mesi lavorano sullo sviluppo di startup ad impatto sociale e si affronteranno per accedere alla fase finale di #WeStartChallenge.”

Link

“Come creare ecosistema e sviluppare best practice di social innovation sul territorio.
Questa la sfida di WeStart che prosegue, nel percorso tracciato a Novembre, con un secondo appuntamento interamente dedicato a queste tematiche.”

Link

“We Start, Think Tank su Social Impact, nasce per diffondere best practices sul territorio e lo stato dell’arte su “Social Innovation” contribuendo attivamente alla formazione di giovani imprenditori supportandoli nello sviluppo di idee che valorizzino le eccellenze del territorio e generino effetti positivi per la comunità.
La prima edizione di We Start Challenge volge al termine, in attesa della proclamazione del team vincitore vi presentiamo oggi due delle start up rientrate nella rosa dei finalisti, in crowdfunding su Ulule.”

Link

“Hanno frequentato e vinto We Start Challenge, un percorso di nove mesi promosso da ItaliaCampCampania e Rotaract Napoli Sud Ovest pensato per fornire a giovani under 30 il know-how e gli strumenti per la creazione e sviluppo di Progetti e Startup con una forte connotazione di impatto sociale. Loro sono i ragazzi di DaliLab e vogliono utilizzare gli scarti dei capelli per creare il primo feltro isolante 100 % bio.”

Link

“La prima edizione del format ha visto coinvolti negli ultimi 5 mesi più di 50 studenti universitari, provenienti dai tre maggiori atenei di Napoli, che hanno avuto la possibilità, in modo totalmente gratuito, di sviluppare la propria idea ad impatto sociale all’interno di un percorso di formazione erogato da docenti universitari.
Le idee degli studenti, che sono stati poi affiancati gratuitamente da un tutor per sviluppare il business plan…
Nell’ultima tappa dell’iniziativa, prevista a conclusione della campagna di reward crowdfunding, i Team presenteranno ad un Investor Panel i risultati del loro percorso…
L’Investor Panel, che sarà composto da personalità di spicco del mondo universitario, investitori istituzionali, incubatori/acceleratori e imprese, decreterà un vincitore per cluster e un vincitore generale di We Start Challenge 2015/2016.”

Link

“WeStartChallenge è una Startup competition che ha come obiettivo lo sviluppo di imprenditorialità  sul territorio di Napoli. Un’opportunità per studenti universitari, che mirano alla competizione tra idee per il cambiamento sul piano sociale e culturale, e mirare alla qualità della vita per nutrire il tessuto imprenditoriale giovanile e dare un futuro sostenibile alla nostra comunità.”

Link